L'edizione del Sana è stata posticipata dal 9 all’11 ottobre e ribattezzata Sana Restart

L'edizione del Sana è stata posticipata dal 9 all’11 ottobre e ribattezzata Sana Restart

La pandemia ha solo rimandato di un mese il Sana 2020, il Salone internazionale del biologico e del naturale di Bologna che, per l’occasione, è stato denominato Sana Restart. L’evento non si terrà come consueto a settembre ma ad ottobre, dal 9 all’11 e il cambio di data è stato deciso per favorire la presenza degli operatori professionali e dei buyer internazionali.

 

Il pubblico al Sana di Bologna
Sana 2020 si realizzerà nel pieno rispetto del distanziamento sociale

 

Bologna Fiere, l’ente che organizza la manifestazione ha dichiarato che il riavvio dell’attività espositiva avverrà in condizioni di totale sicurezza grazie ad un protocollo messo a punto con soluzioni logistiche finalizzate a prevenire qualsiasi assembramento e a garantire il distanziamento sociale. Ogni aspetto del momento espositivo si svolgerà con una particolare attenzione alla sanificazione, al distanziamento, alla creazione di percorsi e spazi che consentano lo svolgimento dell’attività in sicurezza dalle fasi di allestimento, fino al disallestimento a chiusura dell’evento.

 

Guarda la diretta dell’edizione 2019 realizzata da Agricolturabio.info

 

Il Sana, arrivato alla sua 32° edizione, è la più importante manifestazione fieristica in Italia per gli operatori professionali del biologico e del naturale, l’appuntamento annuale per scoprire le novità del mercato, sviluppare nuove partnership e condividere momenti di approfondimento.

Tra le occasioni di confronto segnaliamo Rivoluzione Bio, l’iniziativa alla sua seconda edizione che apre la tre giorni di Bologna. Gli Stati generali del Bio, che nella prima edizione del 2019 si sono conclusi con la presentazione del “Manifesto del Bio 2030” (vedi sopra la in diretta di Agricolturabio.info), elaborato dalle Istituzioni e dalle associazioni coinvolte, offriranno un confronto reso ancora più stringente dalla emergenza Covid-19 che ha ulteriormente evidenziato l’importanza del rispetto e della salvaguardia dell’ambiente.

 

Rivoluzione Bio, organizzata da BolognaFiere in collaborazione con FederBio/Assobio e con la segreteria organizzativa di Nomisma viene riproposta quest’anno con una serie di tavoli tematici che vedranno gli interventi di esperti e protagonisti del mondo del bio. Nell’ambito di Rivoluzione Bio sarà anche presentato l’Osservatorio Sana 2020, il monitoraggio dei numeri chiave della filiera biologica, dalla produzione fino alle dimensioni del mercato, promosso da BolognaFiere e curato da Nomisma con il patrocinio di Federbio e Assobio e il sostegno di Ice.

 

L'interno del Sana di Bologna
Il Sana di Bologna è la più importante manifestazione fieristica sul benessere

 

Le tematiche che animeranno Rivoluzione Bio 2020 e gli altri appuntamenti in programma dal 9 all’11 ottobre al Sana Restart saranno di prioritario interesse e sviluppate con l’obiettivo di offrire chiavi di lettura inedite e indicazioni trasferibili nelle strategie di business degli operatori e nel quotidiano di cittadini sempre più consapevoli dell’importanza del comportamento dei singoli e del corretto utilizzo delle risorse per il futuro del nostro pianeta.

Scrive per noi

Carlotta Iarrapino
Carlotta Iarrapino
Analista, facilitatrice, comunicatrice e ambientalista. Laureata in economia a Firenze con master in Ambiente alla Scuola Sant’Anna di Pisa, svolge l’attività di consulenza dal 2000. È tra le fondatrici, nel 2008 di Contesti e Cambiamenti. Organizzazione, comunicazione e partecipazione le sue aree di intervento. È curatrice di BiodinamicaNews, la newsletter dell’Associazione per l’agricoltura biodinamica.

Parliamone ;-)