La ricerca scientifica indipendente ha mostrato senza ombra di dubbio che l’agricoltura e l’allevamento industriali danneggiano la salute dell’uomo e del pianeta. I veleni agricoli causano il cancro non solo negli agricoltori esposti ad alte dosi, bensì anche nei consumatori esposti a dosi basse. La monocoltura intensiva che risponde a criteri di produttività industriali ha creato deserti agricoli che possono rendere solo con un uso massivo della chimica e ha sfrattato i contadini, e con loro la loro sapienza, dalla loro terra.

È urgente un nuovo modello agricolo etico, innocuo e sostenibile, che restituisca dignità a chi lavora la terra con rispetto e amore.

Lo scorso 12-14 Luglio presso La Mausolea di Soci (Ar) si è svolto “Il Respiro della Terra”, un evento organizzato dall’associazione “La Grande Via”, dove si sono confrontati agricoltori, contadini, ricercatori, medici , persone comuni, ciascuno mettendo a disposizione, in un clima di armonia e fratellanza, il proprio bagaglio culturale e di esperienze. E’ emerso chiaramente che un‘agricoltura pulita è possibile, sia sul piano tecnico sia su quello economico. In quella occasione La Grande Via si è fatta promotrice di un testo guida, “La Carta della Mausolea” (scarica il Pdf) per cambiare paradigma in agricoltura, per riappropriarci del senso di appartenenza alla Terra nel rispetto della vita dei sistemi naturali, per promuovere la consapevolezza che la salute della Terra, delle Persone e della Società sono profondamente interconnesse.

Prendendo le mosse dalla “Carta della Mausolea” e dalle relazioni createsi con Il Respiro della Terra, la Grande Via dà vita alla “Scuola della Madre Terra “, un luogo di informazione e formazione professionale dove ciascuno può compiere il suo percorso per riavvicinarsi alla Natura e alle sue leggi, e promuove “La Guida Nomade” (www.laguidanomade.it), una guida dove vengono segnalate le realtà agricole italiane virtuose, quelle che veramente coltivano la terra con amore e rispetto, una guida per chi vuole acquistare cibo sano e per aiutare i piccoli produttori a farsi conoscere.

Scarica la Carta della Mausolea (Pdf)

Scrive per noi

Franco Berrino
Franco Berrino
Franco Berrino, medico, patologo ed epidemiologo, per molti anni ha lavorato presso l'Istituto Nazionale Tumori di Milano, dove ha coordinato il progetto Diana, sulla relazione tra alimentazione e tumori (in particolare al seno). I suoi studi hanno analizzato lo sviluppo dei tumori in Italia e in Europa, e in particolare il rapporto fra stile alimentare, livelli ormonali e successiva incidenza del cancro. Oggi promuove la corretta alimentazione come prezioso strumento per prevenire l'incidenza del cancro e delle sue recidive. E soprattutto, da sempre, ha a cuore la salute delle donne e degli uomini.

Parliamone ;-)